Ultima modifica: 26 Aprile 2020

Earth day

La scuola primaria di Roè ricorda la “Giornata mondiale della Terra”

Mercoledì 22 aprile è stata la “Giornata mondiale della Terra”, questo il nome usato per indicare il giorno in cui si commemora l’ambiente e la salvaguardia del pianeta Terra. Le nazioni Unite celebrano questa ricorrenza ogni anno, un mese e un giorno dopo l’equinozio di primavera. Ma è sufficiente parlarne solo una volta l’anno? No, la nostra Terra merita di più.

Con i bambini della primaria di Roè questo argomento è stato trattato più volte: anche i più piccoli hanno così imparato che basta poco per rispettare l’ambiente. Dal semplice “non gettare la spazzatura a terra” al discorso, un po’ più complesso, delle energie rinnovabili. Insieme ai nostri alunni abbiamo capito che anche i nostri piccoli gesti possono incidere sulla salute del nostro pianeta. In una canzone in inglese ascoltata in classe si diceva che “siamo solo ospiti sulla Terra”, quindi rispettiamo l’ambiente in cui siamo, lasciamolo pulito e vivibile per coloro che verranno dopo di noi!

Se è vero che la scuola deve preparare i bambini “a leggere, scrivere e fare di conto”, noi insegnanti crediamo che sia altrettanto importante che imparino ad essere dei cittadini consapevoli, che sappiano prendersi cura di ciò che li circonda, che sappiano rispettare ciò che li circonda.

E allora forza bambini… rimbocchiamoci le maniche, convinciamo anche gli altri che la nostra Terra ha bisogno delle nostre attenzioni, delle nostre cure, del nostro amore.

“Un pianeta migliore è un sogno che inizia a realizzarsi quando ognuno di noi decide di migliorare se stesso.” Mahatma Gandhi