Ultima modifica: 21 Aprile 2016

Aria di primavera

Sempre nuove attività e progetti alla scuola dell’infanzia di Vobarno

Come in ogni scuola, anche alla scuola dell’infanzia di Vobarno le attività e i progetti non si fermano mai. Ed eccone tre appena svolti, per la gioia di tutti i bambini!

AREA E PERIMETRO

Nei mesi di febbraio, marzo e aprile, ogni lunedì e mercoledì, tutti gli alunni Grandi, divisi in due gruppi, hanno partecipato al progetto “Area e Perimetro” proposto dalla “tirocinante” maestra Paola Bonomini. Attraverso l’utilizzo di simpatici animali come personaggi mediatori, i bambini hanno potuto scoprire ed apprendere nuove conoscenze matematiche con modalità, a dir poco, affascinanti. Il progetto è stato anche occasione, per le insegnanti, di “spunti” di lavoro originali e innovativi rispetto all’apprendimento mnemonico delle formule matematiche, e sicuramente per gli alunni più attraente e più gratificante.

CANTA CHE TI PASSA“: suonate e cantate; le fate son tornate!

Dopo una pausa di tre mesi, il gruppo “Grandi” ha ricominciato il progetto musicale. Le Fate Canterine, due maestre che fungono da personaggi mediatori, hanno accolto i bambini preparando loro una … luminosa sorpresa: in una stanza completamente buia ogni alunni ha trovato una candelina con la quale sono state effettuate attività relative al soffio: “PER SUONARE E PER CANTARE… BISOGNA PRIMA IMPARARE A SOFFIARE. Le Fate hanno quindi proposto l’utilizzo di flauti e  trombette e, con l’aiuto di una base musicale, sono stati eseguiti dei ritmi d’insieme. La parte finale del Laboratorio è sempre dedicata all’apprendimento di nuovi canti.

FESTA DI PRIMAVERA

“Mamma Wilma: Anna, che festa fate domani a scuola?”

Anna: ….. domani c’è la festa di…Amore mio! (…?…)”

Giovedì 14 aprile la nostra Scuola si riempie di fiori: tutte le maestre elegantemente vestite con abiti, cappelli, gonne, camicie, collane, coroncine (e perfino …. tovaglie)  floreali, hanno chiamato a raccolta tutti i bambini nel giardino precedentemente preparato per l’arrivo della Primavera. Finalmente, eccola: sulla melodia della Primavera di Antonio Vivaldi, eccola che arriva: leggera, svolazzante, gioiosa. è proprio lei: la PRIMAVERA !!! Volteggiando leggiadra, eccola lanciare petali colorati ai bambini che non resistono e si lasciano coinvolgere dalla contagiosa euforia; ha inoltre lasciato in dono due piante, chiedendo ai piccoli di averne cura per il futuro.

Ma i regali non sono finiti: ogni alunno ha ricevuto una sagoma cartacea di una margherita, sulla quale era stampato il canto della Primavera, precedentemente eseguito da tutte le docenti:

È PRIMAVERA….SVEGLIATEVI BAMBINI, CHÉ NEI GIARDINI POSSIAMO ANDARE A SALTELLAR…”

È PRIMAVERA… CHE FESTA DI COLORI: ED IL GIARDINO DI TANTI FIORI SI RIEMPIRÀ

Un sincero “GRAZIE” alla Dirigente Scolastica Elena Raggi che si è lasciata coinvolgere indossando una collana floreale.

Un altro “Grosso Grazie” all’insostituibile collaboratrice Elena Petrilli, per l’allestimento floreale del giardino e dell’abito della Primavera stessa.